Viaggio a Bruxelles…Quanti cioccolatini!!


Certo, andare a Bruxelles e non assaggiare il cioccolato è proprio il colmo…ma che volete, per una che proprio non lo ama non si possono fare miracoli🙂 Certo è che passeggiare per la città di Bruxelles e Bruges e vedere quelle patisserie che sembrano delle gioiellerie è davvero bellissimo anche per chi come me non è un’appassionata di dolci e cioccolato.

Ho fatto alcune foto, per mostrarvi la bellezza e la maestria nelle decorazioni nelle vetrine. Alcuni scatti sono stati proprio rubati, a volte non era concesso fare foto.

grand placePurtroppo l’unica tappa che mi è mancata è stata proprio la visita al Museo del Cioccolato che non sono riuscita a visitare per questioni di tempo. In effetti il museo chiude alle 18, forse troppo presto in un mese come maggio e per un museo che si trova a due passi dalla Grand Place, la piazza principale della città circondata da fantastici palazzi che ho avuto l’opportunità di vedere illuminata nei rainbow colors come supporto della città alla comunità LGBT, in segno di solidarietà e impegno.

Tornando al cioccolato, sicuramente le vetrine che si trovano di più in giro per la città e che mi hanno più colpito nell’eleganza delle decorazioni sono state GODIVA e NEUHAUS. Ma di certo non posso non sottolineare l’eleganza della di Pierre Marcolini, haute chocolatier, all’interno delle Gallerie Reali.

Durante le passeggiate nella città ci siamo imbattuti con il mio amico Ale in questa pasticceria che produceva questi dolcetti fatti con albume, quindi una meringa, ricoperte poi da crema e granella e cioccolato. Ci sono vari gusti ed è stato molto interessante vedere assemblare i dolcetti dall’esterno. I dolcetti si formano con meringa disposta sulla teglia con la sac a poche con due forme differenti, una quasi a forma di macaron, l’altra con una forma allungata verso l’altro. Questo permette nell’assemblamento di avere un dolcetto “piramidale”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le passeggiate procedono alla scoperta delle bellissime vetrine di cioccolatini, molte decorate per la festa della mamma imminente. Immancabili ovviamente i famosissimi macarons, colorati e simpatici da vedere. L’eclair, dolcetti di pasta choux ripieni di crema e praline di cioccolatini vari. Vi invito a guardare la bellezza del packaging, che rendono la confenzione di cioccolatini elegante e raffinata. Nulla è lasciato al caso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non si può non fare un riferimento alle Gaufres e alle patatine fritte! Le Gaufres, o Waffle, sono queste cialde fatte con il lievito e ce ne sono di due tipi: La Gaufre di Liegi e la Gaufre di Bruxelles. Accompagnate da crema chantilly e fragole o cioccolato fuso. La Gaufre di Bruxelles è molto più leggera, un sapore quasi più neutro che va ad accompagnare la crema. L’impasto si presenta liquido e la forma è rettangolare. La Gaufre di Liegi (che ho invece assaggiato da Chez Albert a Bruges) si presenta con un impasto più denso, pastoso e ha un forma irregolare dato dalla pressione della piastra. Il gusto è molto più deciso e sicuramente molto più dolce.

Le patatine fritte invece, sono un must, si trovano in ogni angolo della città servite con le solite salse e sono un veloce spuntino da fare.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Se ami le cozze, non puoi andare a Bruxelles e non assaggiare le Moules. Abbiamo cenato una sera da Chez Leon, consigliato da famose guide turistiche. Situato in una via con moltissimi ristoranti, la struttura è davvero molto grande. Non sono riuscita a contare quanti camerieri lavorino dentro. Davvero moltissimi, tutti estremamente organizzati e molto veloci. La fila per prendere un posto fuori scorre veloce e l’attesa è davvero minima. Qui c’è davvero una vasta scelta ma noi abbiamo scelto due ricette molto semplici, le moules al burro e quelle al vino bianco. Se si desiderano dei piatti più ricercati o pacciugati, tutti i palati possono essere accontentati. Il tutto accompagnato dalla birra Leon e dalle immancabili patatine fritte. Mentre si attende, si può guardare un video che mostra come sono recuperate le cozze e successivamente preparate in cucina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Bruges, ci siamo soffermati ad una delle moltissime birrerie e pub presenti in tutta la città, borgo medioevale meglio conservato in tutta Europa. Un gioiello meraviglioso che è Patrimonio dell’Umanità. Le birre (il belgio è uno dei maggiori produttori) ce ne sono più 200 varietà e la particolarità è che ogni singola birra viene servita in un particolare bicchiere, questo perchè valorizza il sapore e l’aroma. Ci siamo fermati in bellissimo pub dove prima di entrare si può osservare il muro di birre accompagnate dal bicchiere in cui viene servita!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anche a Bruges non mancavano le dolcezze in vetrina!

Questo slideshow richiede JavaScript.


spero vi sia piaciuto questo viaggio cioccolatoso a Bruxelles! Se non ci siete stati, è una città che davvero consiglio insieme ai musei come quello di Magritte, bellissimo, e quello degli strumenti musicali, il MIM, davvero fantastico!

2 comments

Ti è piaciuto questo articolo? Fammi sapere con un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...