La pignolata


E’ iniziato il mese che porta al Natale e vorrei proporvi un dolce che sulle tavole calabresi non manca mai in questo periodo! La Pignolata! Noterete la somiglianza con gli struffoli napotelani che sono molto simili anche nella preparazione e ingredienti. Voglio ringraziare Dany, mia cugina, che ha fatto le foto per me di tutto il procedimento🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

INGREDIENTI per 1 kg di pignolata:

  • 1 kg farina per dolci
  • 150 gr zucchero
  • 120 gr di olio evo
  • 4 uova
  • 220 gr lievito madre o 1 cubetto di lievito di birra
  • 4 cucchiai circa di acqua tiepida
  • codette o diavolina

PREPARAZIONE DELL’IMPASTO
Prendete le uova e rompetele intere in una ciotola, sbattetele insieme allo zucchero e l’olio, versatele nella farina disposta a fontana precedentemente. Mettete anche il lievito madre sciolto in circa 4 cucchiai di acqua tiepida. Cominciate ad impastare. Impastate finché la pasta non sarà bella liscia e morbida (almeno 10 minuti) .Se dovesse essere dura, aggiungete qualche cucchiaio di acqua tiepida e continuate ad impastare.

“FILARE” LA PASTA
Prendete dei pezzetti di pasta ora e con le mani allungatela (filatela) come se voleste formare dei grissini spessi come un dito e con un coltello tagliateli a piccoli pezzettini. Metteteli su un canovaccio e fateli lievitare per almeno un paio d’ore coperti al caldo se il lievito è di birra,se usate il lievito madre ci sarà bisogno di 3/4 ore.

LA PROVA
E’ arrivato il momento della PROVA 🙂 questa è una cosa che mi piace sempre vedere! Trascorse più o meno le ore di lievitazione stabilite si mette sul fuoco un pentolino di acqua. Quando l’acqua bolle si prende un pezzetto di pignolata, senza tenerlo o rigirarlo tra le mani e si butta nel pentolino. Se il pezzetto di pasta viene subito a galla la pasta sarà lievitata, in caso contrario si deve lasciare ancora per un po’ lievitare.

FRITTURA
Quando la pasta sarà lievitata dovrete friggere i tocchetti in abbondante olio caldo e una volta cotti farli asciugare dall’olio in eccesso su carta assorbente. Un tempo si usava lo strutto per friggere, oggi è raramente usato e si preferisce usare l’olio di semi di girasole o arachidi.

DECORAZIONE
Asciugati dall’olio in eccesso, prendete una padella capiente e versate dei cucchiai di miele, siate generosi in quanto più miele ci sarà più gustosa sarà la pignolata. Fatelo sciogliere a fuoco basso ,versate la pignolata fritta e rigirate con un cucchiaio di legno per farla caramellare bene. Versatela in un piatto e poco per volta aggiungete le codette colorate o la diavolina!

Buon appetito e buon mese di Dicembre!🙂

16 comments

Ti è piaciuto questo articolo? Fammi sapere con un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...