Milingiani ‘mbuttunati – Melanzane abbottonate (Ricetta Calabrese)


Restau na coppinata i sucu e mi cundia.

Nu piattu di spaghetti e mi mangiai.

Sucu di milingiani ‘mbuttunati

Fatti ‘nta tian’ e crit’ e cunsumati.

Si vorrissivu pemmu i cucinati

I sta manera ‘ndaviti mi conzati:

sei milingiani picciuli pigghiati

quattru tagghij pe longu ‘nci faciti

nu pugnu’  i sali id’ inta nci mentiti

e a mazzara nu pocu li dassati.

Na sciacquatella poi ‘nci ‘ndin di dati.

Doppu i sciucati ca vonnu preparati.

Grattati pan’ i casa e parmigianu

Tritati agghju e fogghji i petrusinu

‘Mbiscati tutti i cosi e cu na manu

Ogni  tagghjiu lapriti e u fati chjinu.

Posati sup’ o focu na tianella

Cu l’ ogghjiu nostu e poca cipullella

Ca cucchiarella nu pocu miscitati

E quandu l’ ogghjiu canta ‘nci calati

‘lla inta i melingiani ‘mbuttunati.

Poi ogni tantu, chjanu, li girati. 

Quandu comincian’ u diventanu ndorati,

e adduri linchji a cucina e li strati

(Deci minuti armenu mi dassati)

a cunzerva a pocu  a pocu ‘nci jettati.

Temp’u rigugghji e  vannu cumbogghjiati

 E a focu lentu vonnu cunzumati.

Quali portentu e quali meravigghjia

Quandu da pasta ‘nci fannu curuna

La fami s’ e’ chi dormi si risbigghjia

E u piattu prestu prestu s’ incafuna.

(Per visualizzare la traduzione della poesia clicca qui )

( Poesia – per gentile concessione del Sig. Giuseppe Ambrogio)

Questo slideshow richiede JavaScript.

INGREDIENTI:

  • Melanzane (devono essere piccole)
  • 500gr di mollica di pane fresco
  • 200 gr di formaggio grattugiato
  • Trito di aglio e basilico
  • olio
  • Salsa di pomodoro  1 litro

PREPARAZIONE:

Prendete le melanzane (non vanno bene quelle grosse e rotonde) e fategli dei tagli, almeno 5 ( come vedete in foto) . In ogni fessura mettete un po’ di sale che prenderete con la punta del coltello. L’ideale sarebbe lasciarle nel sale per una notte. Per velocizzare si possono mettere per qualche ora al sole.

Preparate per circa 10 melanzane il ripieno con la mollica, il formaggio, il basilico e l’aglio che deve essere tritato finemente. Potete decidere di metterne tanto o poco a seconda del vostro gusto.

Prendete le melanzane con il sale e passatele sotto l’acqua ripulendole del sale. Da ogni fessura mettete il ripieno premendo il composto. Continuate per tutte le melanzane che avete.

Prendete una padella capiente e versate abbondante olio di oliva. Adagiate le melanzane ripiene e fate friggete a fuoco lento per almeno 10 minuti, tempo necessario sebbene l’esterno appaia cotto perché si possa cuocere anche l’interno.

Una volta fritte, toglietele dalla padella e versateci la salsa di pomodoro. Fate cuocere per 5 minuti e poi “calate” le melanzane una ad una senza sovrapporle. Fate cuocere a fuoco lento per 15/20 minuti. Potrebbe volerci ancora di più, ma è importante che il sugo non si restringa completamente e che le melanzane si siano impregnate bene. Inoltre con il sugo si può condire anche un bel piatto di spaghetti!!!

Ps: le mani che vedete in foto sono quelle di mia Madre!🙂

25 comments

  1. Che belle!!! Noi in Sicilia le facciamo in modo diverso, ma sempre fritte e poi annegate nel sugo! Le avevo messe nel blog circa due anni fa! Mi sembra di capire che sei calabrese!

    • si si si😀 sono calabresissima😀 in giro per l’Italia! Sapevo infatti che pure voi in Sicilia le facevate, ma in modo diverso! Sono ottime davvero comunque! A me piacciono un sacco, anche solo fritte prima di annegarle nel sugo!

      • Ehehe😀 Io sono palermitano trapiantato a Milano… Come ti capisco!!!
        Questa è la ricetta che ho fatto 2 anni fa: http://wp.me/ppUAv-B9
        Ma quant’è buona la nostra cucina del sud?
        In Calabria e nella zona della locride per l’esattezza, ci ho passato praticamente tutte le estati per una decina di anni! Conosco bene quant’è buona la cucina calabbrese!😉

      • Ah, beh…
        Ti dice nulla Bovalino Marina???
        Mio papà c’è cresciuto da ragazzo, e dopo tantissimo tempo ci ritornammo per trovare un suo amico e per più di 10 anni passavamo le estati lì! Che bei ricordi! E che mare! E come si mangiava bene!!!

      • Come no! è vicinissimo!! che coincidenze🙂 si mangia davvero molto bene! non c’è una grandissima tradizione di pesce, ma per il resto si mangia veramente bene! Io ho imparato molto dalla mia mamma e dalla mia nonna!

  2. Sono calabrese da pìù di mezzo secolo ma è la prima volta che leggo qualcosa nel mio dialetto. Lontano dalla mia terra, era proprio la ricetta che cercavo. Grazie.

    • Grazie a te Giuseppe del tuo bellissimo commento! Con il mio modestissimo blog cerco appena è possibile di pubblicare ricette del mio/nostro territorio oltre a tutto il resto! Ti ringrazio anche a nome del poeta! A presto e passa pure quando vuoi da qua!
      Annalisa

  3. eccole qua, melanzane abbottonate. bella l’idea e sembrano proprio buone! vediamo se gliele faccio fare a mia madre ora che sto a casa per le feste!
    complimenti per il blog… ciao ciao

      • Ciao te lo dico volentieri,premetto che non sono calabrese,ho vissuto li per alcuni anni, lasciandoci un pezzetto di cuore,La ricetta mi è stata data allora, da una carissima signora.lei dopo averle incise li scottava per due minuti in acqua bollente e li raffreddava subito in acqua fredda .nel ripieno oltre a quello che metti tu,ci aggiungeva soppressata tritata ,e le melanzane prima di passarle in padella li legava con un giro di spago,la cottura uguale .io continuo a farli cosi,ma anche le tue saranno buonissime.

Ti è piaciuto questo articolo? Fammi sapere con un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...